Archive for the 'architettura' Category

06
Lug
12

Nuove tecnologie scientifiche aiutano a capire meglio la Roma Antica

Gli storici e gli archeologi hanno studiato le rovine del Foro Romano per secoli, utilizzando gli strumenti a portata di mano per aggiungere alla conoscenza questo centro della vita pubblica romana che ha ospitato elezioni, processioni trionfali, discorsi, negozi, gare e spettacoli di gladiatori.

L’ultima ricerca suggerisce che queste strutture, che noi conosciamo come marmo bianco, possono essere state dipinte a colori.

Bernard Frischer, professore di storia dell’arte presso l’Università della Virginia del College of Arts & Sciences, ha guidato un team di esperti che hanno utilizzato una tecnologia all’avanguardia per trovare tracce di pigmento giallo su un bassorilievo della Menorah dell’Arco di Tito. Nel suo periodo di massimo splendore, il pigmento giallo sarebbe apparso in oro visto a distanza.

Frischer ha detto che la Menorah ha un significato storico. “La Menorah sul rilievo è estremamente importante per gli ebrei, in quanto mostra la Menorah del secondo Tempio di Gerusalemme che Tito ha  saccheggiato nel 70 E.V.“.

 

Foto sopra, rilievo della Menorah sul lato sinistro (sud) dell’Arco di Tito presso i Fori Romani e i dati acquisiti dalla scansione 3D foto in basso.


Frischer, co-direttore per la tecnologia dell'”Arco di Tito Progetto di Restauro”, diretto da Steven Fine alla Yeshiva University di New York, ha riunito esperti per un progetto pilota – usando la tecnologia del 21° secolo per cercare eventuali tracce di pigmento.

Da sinistra, Ivano Ambrosini amministratore della Unocad, Bernie Frischer dell’Università della Virginia e Steven Fine della Yeshiva Università di New York

Lo staff Unocad con la Soprintendente del Foro Romano Cinzia Conti (penultima a destra) e Paolo Liverani (secondo da sinistra) professore di Archeologia all’Università di Firenze.

Questo ha comportato l’utilizzo di due diverse tecnologie molto famigliari.

Sono state utilizzate tecnologie di Reverse Engineering con scanner3D a frange di luce non invasive per l’acquisizione ottica dei dati di tutto il rilievo di 3.9 m x 2 m., e la spettrometria visuale ultra-violetto per determinare la chimica dei depositi di pigmento. Frischer ha richiesto quindi la competenza di UNOCAD per l’acquisizione 3D utilizzando lo SmartScan Breuckmann per ottenere dati dalla massima precisione e Heinrich Piening per la parte della spettrometria visiva ultra-violetto per l’analisi del colore.

Alcune sequenze delle scansioni 3D effettuate sul rilievo della Menorah e l’Apoteosi di Tito al centro dell’Arco durante i lavori da parte di UNOCAD

Dopo gli studi finali sul rilievo, i dati verranno utilizzati per visionare le ricreazioni digitali 3D per “l’Arco di Tito Progetto di Restauro”.

Conclude Frischer: “Oggi, l’unità di arte, scienza e tecnologia sta rapidamente diventando un tema cosciente abbracciando interdisciplinarietà e l’unità di conoscenze derivate dalle conclusioni concordanti da una varietà di discipline in cui la conoscenza e le competenze dei diversi campi apparentemente non correlati quali l’archeologia, storia, chimica e fisica possano convergere per dare una migliore comprensione di entrambi i mondi…umani e naturali. Vedo quindi il progetto dell’Arco di Tito come un buon esempio“.

Hanno parlato di UNOCAD:


http://www.nytimes.com/2012/06/25/arts/design/menorah-on-arch-of-titus-in-roman-forum-was-rich-yellow.html?_r=2

http://yu.edu/cis/activities/arch-of-titus/

Annunci
25
Ago
10

La nuova versione “CATIA V6R2011” : L’eccellenza nella progettazione per prodotti di successo

CATIA V6 esalta la capacità di innovazione di aziende di tutte le dimensioni e in tutti i settori, grazie a soluzioni di progettazione con una produttività senza precedenti, costruite su una piattaforma concepita per la collaborazione. CATIA V6 mette a disposizione tutta la gamma di attività di progettazione virtuale collaborativa di nuova generazione, fra cui ingegnerizzazione dei sistemi, progettazione di forme, ingegneria meccanica e riutilizzo del patrimonio di conoscenze e competenze dell’azienda.

CATIA V6 rappresenta la progettazione virtuale collaborativa di ultima generazione, con i suoi strumenti dedicati all’ingegneria meccanica dei sistemi e impianti, la progettazione delle forme, la cattura e il riutilizzo delle conoscenze aziendali, per accrescere le capacità delle 11 industrie DS.

SYSTEMS

In tutti i settori industriali, i prodotti diventano sempre più complessi, coinvolgendo sempre più ambiti ingegneristici. Il valore, più che da un  prodotto in sé e per sé, dipende adesso dai servizi che il cliente si aspetta da ognuno di essi. CATIA Systems cattura, gestisce e segue i requisiti del prodotto con la tracciabilità più completa, garantendo il rispetto dei criteri iniziali per tutte le fasi del ciclo di sviluppo del prodotto, dall’architettura funzionale e breakdown logico alla progettazione fisica e collaudo.

SHAPE

CATIA Shape offre ai progettisti industriali, modellatori di Classe A e ai progettisti meccanici una suite di soluzioni di reverse engineering, finitura e visualizzazione  per creare, modificare e convalidare qualsiasi forma innovativa complessa e ottimizzare il passaggio e la collaborazione dalla progettazione di classe A ai servizi di ingegneria. CATIA Shape risponde a tutte le esigenze di creazione e modifica delle superfici, dal disegno e suddivisione alle superfici funzionali meccaniche e di classe A.

MECHANICAL

CATIA Mechanical offre un ambiente di progettazione altamente flessibile e collaborativo con funzioni di ingegneria meccanica e gestione delle modifiche estremamente efficaci, facilitando la definizione e l’ingegnerizzazione di pezzi e assemblaggi 3D semplici o complessi.

Nella V6, CATIA estende la progettazione 3D design agli utenti non specialisti e propone ad ogni profilo funzioni di modeler adeguate, quali la modellazione diretta 3D, la manipolazione delle superfici geometriche e la progettazione basata sulle caratteristiche delle forme, oltre alla modellazione funzionale senza storico.

EQUIPMENT

CATIA Equipment fornisce un ambiente integrato che consente la progettazione collaborativa dettagliata di impianti elettronici, elettrici e idraulici nel contesto di un prodotto virtuale.

Se la progettazione si basa sulla definizione logica per garantire la conformità alle specifiche del prodotto, una perfetta tracciabilità e la gestione della configurazione, le regole della conoscenza integrate, invece, consentono la conformità automatica agli standard, dal processo di progettazione all’elaborazione della documentazione associativa per la fabbricazione.

Questo ambiente integrato migliora la qualità della progettazione, riduce drasticamente i tempi relativi alle modifiche e i rischi di errori.




Cosa c’è di nuovo?

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Giu    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Siamo presenti su …

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Giu    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031