Archive for the 'CAD' Category

14
Feb
13

Rilievi egiziani di Horemheb e Ptahemwia a Saqqara

Il Museo Archeologico di Bologna e il Laboratorio ProtoLab dell’ENEA di Bologna hanno realizzato le copie in marmo di due importanti rilievi egiziani provenienti dalle tombe del generale Horemheb e del maggiordomo regale Ptahemwia, che si trovano nella necropoli di Nuovo Regno a Saqqara, non lontano dalla piramide a gradoni del faraone Gioser.

replica_stele_horemheb_unocad

  stele_horemheb_unocad

Le due copie, realizzate con le più avanzate tecnologie di ingegneria inversa, modellazione CAD 3D e prototipazione rapida, rimarranno esposte presso l’Istituto Italiano di Cultura al Cairo dal 4 al 19 febbraio 2013.

stele_ptahemuia_unocad

replica_stele_ptahemuia_unocadIl progetto rappresenta una tappa importante del Memorandum of Understanding sottoscritto nel 2011 tra il Museo Archeologico di Bologna e il Rijksmuseum van Oudheden di Leida ed è stato supportato da C.I.S.E. di Imola (Centro Italiano di Studi Egittologici), Rotary Club di Imola, Tarros S.P.A., UNOCAD, Zanchetta Marmi e Associazione Amici del Museo Archeologico di Bologna – Esagono.

“Un’altra finalità del progetto – prosegue Picchi – è  quella di valorizzare, utilizzare, copie da originali per percorsi tattili, che noi ci immaginiamo non solo per non vedenti ma anche per vedenti che spesso non riescono a cogliere con gli occhi infiniti dettagli, così come sono infiniti i dettagli di questa iscrizione.”

UNOCAD in collaborazione con Zanchetta Marmi ha curato la fase finale della fresatura dei blocchi marmorei.

Annunci
10
Ott
12

BARRY X BALL – L’ossessione dell’oggetto

LUCCA – Museo Nazionale di Palazzo Mansi

17 ottobre – 17 novembre 2012

Nell’estate 2008 Barry X Ball ha avuto la possibilità straordinaria di lavorare su La dama velata (La Purità) di Antonio Corradini, un busto in marmo bianco di epoca barocca appartenente alla collezione permanente di Cà Rezzonico a Venezia. Ball in collaborazione con i suoi partner tecnici della Unocad, hanno realizzato la scansione digitale in 3D dell’opera di Corradini utilizzando uno scanner Breuckmann a frange di luce non invasiva di ultima generazione.

Nello studio newyorkese di Ball i dati della scansione sono stati modificati e rielaborati in modo sostanziale con varie applicazioni che consentono di ‘scolpire’ in modo virtuale: ogni dettaglio del modello virtuale tratto dal Corradini è stato alterato a computer. Piccoli danni dovuti al tempo sono stati risanati. Il drappeggio è stato reso più soffice e liscio, così che il vestito e il corpo che esso nasconde avessero la stessa consistenza. Un ulteriore panneggio è stato aggiunto sia sul retro che nella parte bassa della figura, per creare un’opera veramente a tutto tondo e non soltanto frontale. La croce latina è stata eliminata dalla scollatura per rendere il velo più universale, in omaggio a Venezia quale luogo d’incontro di culture (Europa, Asia, Africa) e religioni (cristiana, islamica, ebrea). La dimensione del seno è stata leggermente aumentata per far prevalere l’aspetto carnale del delicato equilibrio tra pietà e sensualità. La scultura è speculare rispetto a quella del Corradini per realizzare un’immagine straniante, non familiare, sottilmente nuova – per creare una visione trasformata della scultura originale, come se essa si vedesse riflessa in uno specchio.

I dati digitali sono stati poi utilizzati da un laboratorio di Carrara per sgrezzare la scultura in onice con frese ad alta velocità montate su un robot dotato di CNC (computer a controllo numerico) e guidato dal software CATIA CAM (fresatura con computer). La scultura grezza è stata quindi spedita a New York nello studio dell’artista per la finitura a mano. Dopo più di 1500 ore di intaglio, sabbiatura e lucidatura – seguite dalla stesura finale di un velo di resina come impregnante – la scultura era finalmente ultimata. Dal concepimento al completamento, la realizzazione del lavoro è durata più di tre anni.

Per l’evento è previsto il libero ingresso, secondo i seguenti orari dal martedì al sabato: 8.30-19.30 (ultimo ingresso 19.00)

14
Giu
11

Creare modelli solidi parametrici direttamente da scansioni 3D in Rapidform XOR

Il software Rapidform apre un mondo di possibilità con le scansioni 3D. Crea modelli solidi parametrici da scansioni 3D in Rapidform XOR. Usa tutta l’intelligenza dei progetti CAD per controllare automaticamente le sue parti con Rapidform XOV. Processa le scansioni grezze trasformandole in mesh e superfici con Rapidform XOS.

Libera la Potenza della scansione 3D

Rapidform XOR è l’unico software per il reverse engineering che combina il CAD con l’elaborazione 3D dei dati scansionati per dare la possibilità di creare modelli solidi parametrici e modificabili, praticamente per tutto ciò che viene scansionato.


• Il percorso più veloce per CAD
• Compatibile con qualsiasi scanner 3D
• Genera modelli CAD basati sulla cronologia con albero delle feature
• Converte i file nel formato preferito, inclusi SolidWorks, Pro/E, NX, AutoCAD, CATIA e altri.

Rapidform XOR rende i dati di scansioni 3D più utilizzabili
Tutti gli scanner 3D creano nuvole di punti o mesh che non risultano molto utili per la maggior parte delle necessità di progettazione. Rapidform XOR è stato progettato allo scopo di creare modelli 3D usabili direttamente dai dati scansionati.

Il modo più rapido per ottenere veri modelli CAD dalle scansioni grezze
Non c’è modo più veloce per passare da scansioni 3D non elaborate, a modelli solidi completi e feature-based. Gli strumenti di riprogettazione XOR permettono di risparmiare ore o giorni di lavoro, rispetto alla ricostruzione nel vostro software CAD.

Facile da imparare e da usare perché funziona come il software CAD
Se sapete progettare in CAD, potete iniziare ad usare subito XOR. Questo usa strumenti familiari per la modellazione dei solidi ed evita il vecchio workflow di reverse engineering composto da editing accurato dei poligoni e generazione di superfici.

Potente e flessibile

Con Rapidform si fanno cose incredibili. XOR è costruito su un kernel CAD completo (Parasolid) e per questo garantisce la flessibilità necessaria per creare veri modelli CAD esattamente come si desidera. Tutto quello di cui si ha bisogno è dentro una sola applicazione, senza la necessità di passare da un applicativo all’altro. Inoltre, l’elaborazione automatica dei dati scansionati rende più facile liberare tutto il potenziale del vostro scanner 3D.

Unocad srl
Via Vicenza 232
36077 Altavilla Vic. (VI)
Tel. 0444.340742
http://www.unocad.it
Giovanni Nardotto
gnardotto@unocad.it

02
Mar
11

Unocad al Mecspe fiere di Parma con scanner 3D

UNOCAD è lieta di invitarti a MECSPE dal 24 al 26 Marzo 2011

presso Fiere di Parma

PAD 6 – Stand L 17

_____________________________________________________________________________________


MecSpe fiere di Parma
MECSPE – 24/26 marzo 2011 – Fiere di Parma
IL DESIGN INCONTRA IL MONDO INDUSTRIALE A MECSPE
Ci sono ancora molte cose da scoprire, inventare, progettare con nuovi materiali, nuove tecnologie e trasferimento tecnologico che porti il sapere in settori diversi da quello per cui è nato.Il design industriale è alla base dei più diffusi oggetti di consumo come anche degli strumenti e dei sistemi industriali che ne permettono la produzione.

Per questo MECSPE, fiera internazionale dedicata alle tecnologie per l’industria che produce, a Parma dal 24 al 26 marzo 2011 pone l’accento sul rapporto privilegiato tra Design e Produzione:

PIAZZA DELLA PROGETTAZIONE E DEL DESIGN
Un’area dedicata alla progettazione e al design industriale con l’esposizione di studi di progettazione, designer industriali e importanti aziende che porteranno i loro progetti di eccellenza
VIALE DEI MATERIALI INNOVATIVI
Un’area dove architetti, progettisti, designer, produttori potranno scoprire i materiali più innovativi e le loro possibili applicazioni
TECNOLOGICAMBIENTE
Un’area firmata MATREC (Material Recycling) per far conoscere i materiali e le tecnologie sostenibili per la progettazione e lo sviluppo di prodotti industriali.
Marc Sadler: “La ricerca e la sperimentazione di materiali sono elementi fondamentali del mio pensiero progettuale e di conseguenza del mio percorso professionale. La meta principale per me è sempre stata riuscire a realizzare bei prodotti dal contenuto tecnico o estetico riconoscibile nel tempo. Sono infatti fermamente convinto che sia il buon design a fare le aziende e non viceversa, e il buon design è sempre il risultato di un mix di interventi fra designer e impresa.
Per questo quest’anno conto di visitare MECSPE
.”
Catalogo espositori
Richiedi informazioni
per esporre
Catalogo espositori online Prenota i tuoi appuntamenti con gli espositori Richiedi la tua tessera gratuita online!
Segna in agenda l’appuntamento: 24-26 marzo 2011 – Fiere di Parma
Per salvare la data direttamente nel tuo calendario di Outlook clicca sull’icona dell’agenda,
poi clicca su “apri”, quando si apre l’appuntamento clicca su “salva e chiudi”.
La fiera: MECSPE 2011
In contemporanea: Eurostampi, Subfornitura, Motek Italy, Control Italy, PlastixExpo, Trattamenti e Finiture, Impianti Solari Expo, Automotive, Logistica, Veicoli Elettrici Show
Dove: Fiere di Parma
Quando:
dal 24 al 26 marzo 2011
Orario: dalle 9.00 alle 17.30; sabato dalle 9.00 alle 17.00
Ingresso: Gratuito per gli operatori del settore

 

17
Dic
10

Risparmio e velocità con TrueMill per percorsi utensile a 4/5 assi

Industrial Manufacturing Specialties Inc. (IMS) nasce nel 1982 come officina dedicata alle macchine manuali e a operazioni di punzonatura. In quegli anni, le macchine erano tutte manuali e la progettazione veniva eseguita sul nostro tavolo da disegno. Nel 1990 ci accorgemmo che le macchine CNC erano la via verso il futuro e per questo ne acquistammo una. Per qualche tempo impiegammo EZ-CAM, fino al 1996, anno in cui iniziammo a sentire l’esigenza di un sistema CAM che ci permettesse di lavorare con superfici 3D e con percorsi utensile a 4/5 assi. E’ stato quello il momento in cui ci siamo messi alla ricerca di altri sistemi CAM, trovando il più adatto alla nostra officina, SURFCAM.

IMS è una vera “officina di lavoro” e per questo motivo impieghiamo un vasto assortimento di percorsi utensile. Lavoriamo diversi componenti di precisione in leghe metalliche, vari tipi di acciai e alcuni metalli esotici per un’ampia gamma d’industrie, compresa la difesa nucleare e missilistica. Inoltre, costruiamo e progettiamo stampi in gomma soprattutto per l’industria dei camion e dei mezzi pesanti. Buona parte della progettazione è complicata, si tratta di costruzioni a 3-, 4- e 5- assi, che richiedono complessi percorsi utensile che comprendano l’impiego di tavole rotanti, teste angolari e ad angolo retto, tutte programmate con SURFCAM. IMS impiega inoltre SURFCAM per la programmazione di parti a 4-assi su EDM. Tutto questo viene realizzato con le numerose operazioni dei percorsi utensile disponibili in SURFCAM e con post-processori personalizzati, sviluppati per noi da CAMCad Technologies, Rivenditore Nazionale dell’Anno 2009.

Quando TRUEMill è stato lanciato sul mercato, abbiamo subito scoperto i benefici dei suoi percorsi utensile per il nostro lavoro. E’ inestimabile nel risparmio sul costo degli utensili e nell’accuratezza raggiunta dai tagli. La velocità di avanzamento e l’impegno dell’utensile costanti, ci danno la possibilità di eseguire tagli profondi con utensili di piccole dimensioni in acciaio inossidabile e in altri metalli difficili, con il minimo tasso di usura e rottura dell’utensile. Con TRUEMill siamo in grado di realizzare tagli molto più profondi con minori passi sull’asse Z, cosa che comporta un consistente risparmio di tempo. TRUEMill è in grado di dare un risultato di gran lunga più prevedibile, con la precisione di cui abbiamo bisogno.

Grazie ai traduttori nativi di SURFCAM, IMS è in grado di importare file da quasi tutti i sistemi CAD con pochi, o addirittura senza alcun problema. SURFCAM è in grado di dare un prodotto di qualità nel momento in cui necessitiamo di tutti i vantaggi possibili. Grazie all’associazione di SURFCAM e SolidWorks, riusciamo a risparmiare in maniera consistente in fatto di tempi. Prima di questo miglioramento, passavamo giorni e settimane intere su modifiche che oggi riusciamo a compiere nel giro di poche ore.

Siamo sempre in prima linea in materia di tecnologia e partecipiamo alle fiere IMTS a Chicago sempre in cerca di nuovi macchinari, utensili e software per realizzare le nostre operazioni con più efficienza. Ogni anno verifichiamo costantemente che SURFCAM è il migliore sistema CAM per noi. SURFCAM fornisce percorsi utensile che impieghiamo per rispondere alle nostre necessità e per rimanere competitivi sul mercato di oggi. Grazie agli strumenti di cui disponiamo e all’impiego di SURFCAM, siamo in grado di competere con i concorrenti esteri, fornendo un prodotto di qualità nel modo opportuno. La nostra mission è lavorare le superfici più grandi e complesse. Senza l’ausilio di SURFCAM, non saremmo in grado di fornire tali prodotti a un prezzo competitivo.

Grazie alla formazione disponibile di Surfware e CAMcad Technologies e alla semplicità di utilizzo di SURFCAM, quasi chiunque abbia un genuino desiderio di programmazione, può diventare produttivo in breve tempo. E’ proprio la semplicità d’uso di SURFCAM che ha permesso al nostro programmatore principale, Jesse Blackburn, di iniziare a utilizzare SURFCAM già mentre frequentava il liceo. Ai tempi del diploma era abbastanza esperto nella programmazione 3D e oggi esegue sia programmazioni a 4- e 5-assi, che per EDM. Secondo la mia opinione, la semplicità di utilizzo rende SURFCAM il software CAM ideale per un’officina di lavoro. Il software ha subito diverse evoluzioni nei 14 anni trascorsi da quando IMS ha acquistato la prima licenza e attraverso la coordinazione tra clienti e rivenditori, crediamo che SURFCAM sia uno dei migliori sistemi CAM disponibili oggi.

13
Dic
10

SERVICE di REVERSE ENGINEERING

Unocad Srl da oltre 10 anni è un centro servizi per l’attività di reverse engineering. Grazie alla professionalità acquisita, garantiamo al cliente dati digitalizzati mediante sistemi di scansione  ottica 3D non a contatto. Il nostro servizio di reverse engineering  spazia su qualsiasi tipologia di oggetto 3D o forma, sia freeform che meccanica. Siamo in grado di ricostruire le matematiche Cad tramite software specializzati (Rapidform XOCatia V5/6) partendo da nuvole di punti e/o mesh. Le matematiche (solidi e/o superfici) generate, possono essere esportate per programmi Catia, Pro/Engineering, SolidWorks, e NX utilizzando anche i formati neutri iges e step o parasolid.

I prezzi sono competitivi e i tempi di realizzo particolarmente veloci.

Nel caso in cui servano anche report dimensionali di analisi e inspection, possono essere forniti nei formati PDF, Excel o Power Point.

10
Dic
10

SURFWARE sponsor del progetto WISER Institute of Technology

22 ottobre 2010 – Surfware, Inc., sviluppatore di SURFCAM sistemi CAD / CAM, è diventato uno sponsor del progetto WISER Formula Hybrid presso l’Illinois Institute of Technology (IIT).


Questo progetto serve per dare agli studenti la possibilità di realizzare sistemi per l’autotrazione elettrica e meccanica. Nel corso del progetto, gli studenti studieranno e realizzeranno la stessa tecnologia che entrerà a far parte del mercato automobilistico nei prossimi anni. L’obiettivo del progetto è quello di espandere la tecnologia dei veicoli ibrido-elettrici e di spianare una via per un futuro più verde sia per i consumatori sia per i piloti.


Ogni anno, studenti universitari laureati e non che aderiscono allo studio della tecnologia ibrido-elettrico, hanno applicato questo progetto tecnologico su due auto da corsa ibrido-elettriche che si sono cimentate nella gara di competizione da corsa collegiale di Formula Hybrid. L’anno scorso, l’auto IIT “Hammer Hawk” ha vinto il primo posto nel premio Best Engineered GM Hybrid Systems.


Per le loro necessità CNC, il requisito della squadra nell’avere una soluzione CAM più semplice e nello stesso tempo più completo e flessibile, stava diventando più di una necessità.
Earl Fairall, presidente di racing team SAE/ibrido, durante la visita alla fiera IMTS 2010 a Chicago, IL, visitando lo stand di SURFCAM, ha trovato quello che stava cercando, un sistema CAM innovativo! Grazie alla facilità di generare percorsi utensile, un ambiente ricco di funzionalità, e il potere di TRUEMill, SURFCAM è stato scelto per aiutare gli studenti a lavorare le parti complesse della loro auto da corsa.
Se sei interessato per saperne di più su questa squadra corse, visita la pagina SURFCAM Facebook e controlla le prossime newsletter per scoprire come SURFCAM è in grado di aiutare la progettazione e la realizzazione delle sue auto, gli aggiornamenti sullo stato avanzamento dei loro progetti e i risultati della squadra nella stagione 2011.




Cosa c’è di nuovo?

novembre: 2017
L M M G V S D
« Giu    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Siamo presenti su …

novembre: 2017
L M M G V S D
« Giu    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930